Architetto Antonio Stellato

Progetti

Progetto di lottizzazione a San Pietro in Casale


L’architetto Stellato sta lavorando da oltre 4 anni a un ambizioso progetto di lottizzazione a San Pietro in Casale. Un comparto da 8,5 ettari che confinerà a nord e ad est con ambiti edificati mentre a sud con la strada provinciale San Benedetto. 

Le 68 residenze previste saranno ripartite su un numero di lotti pari a 32 con tipologie residenziali miste: unifamiliari, bifamiliari, trifamiliari e quadrifamiliari.

Lungo le direttrici Sud e Ovest sarà realizzata una fascia verde boscata a cui è accostata una pista ciclo pedonale.

La fascia boscata rappresenta l'elemento conclusivo per l'edificato nonchè l'elemento ecologico – naturalistico, di compensazione ambientale rispetto alle nuove costruzioni che si realizzeranno.

Nella lottizzazione sono previste 3 aree adibite a verde pubblico.

Lo spazio pubblico più rilevante è rappresentato dal parco centrale avente un'estensione complessiva di circa un ettaro. Il parco centrale nasce con la logica di considerare le aree da adibire a verde pubblico (U) non come mero elemento riempitivo o di raccordo tra gli spazi costruiti ma come elemento centrale nella progettazione. Un parco urbano progettato, costituito da specie autoctone, con notevole impiego del prato e di specie arbustive ed arboree acclimatate per l’area di insediamento.

Una grande piazza verde quadrata in cui le persone possono ritrovarsi, possono rilassarsi oppure dedicarsi ad attività riguardanti il movimento fisico, grazie all’estensione dello spazio pubblico e ai percorsi pedonali e ciclo-pedonali presenti.

La scelta dei materiali ed i colori utilizzati mirano a far risaltare la qualità urbana di questo luogo.

La grande fontana centrale rappresenta il fattore di raccordo dello spazio, l’acqua intesa come elemento che affascina e impreziosisce il contesto progettato.

Per quanto riguarda le due ulteriori aree verdi di comparto il progetto prevede in una uno spazio prevalentemente dedicato al gioco con una giostra per disabili e nell’altra un’area di sosta con tavolo e sedute.

Da un punto di vista energetico a sud, lungo la via San Benedetto, sarà installata una barriera fotovoltaica che consentirà di produrre l'energia elettrica necessaria a rendere il comparto autosufficiente.

Altri articoli che potrebbero interessarti


Contattaci per maggiori informazioni



CAPTCHA

Trattamento dei dati:   Concedo il consenso

Informativa estesa sull'uso dei cookies